Termografie

Intervenire su un edificio esistente significa operare scelte secondo una scala di priorità: una casa confortevole è fatta di bei colori, illuminazione efficace, arredi ben disposti, ma anche da muri sani adeguatamente coibentati.
Ovviamente il budget disponibile va speso in modo equilibrato, considerato che gli interventi più strutturali non si vedranno, al contrario degli interventi di arredo e scenografia che sono la parte di fatto visibile dell'intervento.
Prima di intervenire in alcuni casi quindi è necessario conoscere le eventuali "patologie" che possono affliggere il "corpo di fabbrica" (come un vero corpo vivente) con indagini strumentali che sono in grado di individuare i punti deboli. Ridurre i consumi di energia e controllare l'umidità nei muri sono operazioni fondamentali per realizzare ambienti abitati che rispondano ai fondamentali principi tipici dei nostri tempi (come il risparmio energetico e quindi la riduzione della spesa per il riscaldamento/raffrescamento) o tipici delle antiche saggezze popolari (come il feng-shui che presta grande attenzione alle presenze di acqua e ai suoi influssi), oltre che alla salubrità degli ambienti.
Per questo motivo non ha senso lasciare spazio all'improvvisazione del singolo tecnico, ma è necessario lasciarsi guidare da un "direttore d'orchestra" che abbia una visione complessiva di tutte le problematiche, per poi intervenire in modo oculato.
La termografia in questo senso ci dà tutte le indicazioni che ci permettono di scegliere consapevolmente come intervenire.