ZIGZAGANDO

Fu così che Sonia, dodici anni, impartì la sua lezione di architettura.
Passeggiava da una mezz'oretta sul lungolago con tutta la famiglia.
Salì sul primo muretto (come tutti i bambini fanno), poi sul secondo; con un salto si spostò un po' più in là e sgambettò su altri tre gradini. Raggiunse quindi un piccolo terrazzo. Da qui con un ultimo guizzo salì sul muretto più alto. Si voltò, guardando in basso la sorellina più grande, lo zio e i suoi genitori e disse con leggerezza: "mi sento una regina" ("vien giù da lì che ti fai male" fu quello che le dissero).

Ecco, gli spazi per abitare vanno costruiti così, per far sentire le persone in un modo speciale, come star del cinema, o re delle fiabe, oppure come orsi nella tana, ma anche come Hobbit nella caverna.
Perchè questo modo di abitare corrisponda alla necessità di ognuno di "sentirsi".

Schizzo tratto da foto pubblicata da buzz16.com

www.facebook.com/SegnoMateria/photos/a.105766...